È possibile dimenticare il trauma infantile?

absuo 2

La stampa popolare ha riportato molte storie su adulti che improvvisamente ricordano di essere stati abusati da bambini. Alcuni resoconti dei media hanno sottolineato le circostanze insolite o il contenuto di tali ricordi recuperati, mentre altri rapporti hanno dichiarato che il “recupero” dei ricordi di abuso è falso per una serie di motivi. Poco sulla stampa, tuttavia, ha affrontato la scienza relativa ai ricordi del trauma infantile.

È possibile dimenticare il trauma infantile?

Le persone dimenticano nomi, date, volti e persino interi eventi per tutto il tempo. Ma è possibile dimenticare esperienze terribili come lo stupro? o il fatto di essere stati picchiati? La risposta è sì – in determinate circostanze. Per più di cento anni, medici, scienziati e altri osservatori hanno riferito la connessione tra il trauma e l’oblio. Ma solo negli ultimi 10 anni gli studi scientifici hanno dimostrato una connessione tra il trauma infantile e l’amnesia.

La maggior parte degli scienziati concorda sul fatto che i ricordi dell’infanzia e della prima infanzia – meno di due o tre anni – siano improbabili da ricordare. La ricerca mostra che molti adulti che ricordano di essere stati abusati sessualmente da bambini hanno vissuto un periodo in cui non ricordavano l’abuso. Gli scienziati hanno anche studiato le vittime dei bambini al momento di un evento traumatico documentato, come gli abusi sessuali, e poi hanno misurato la frequenza con cui le vittime dimenticano questi eventi man mano che diventano adulti. Hanno scoperto che alcune persone dimenticano le esperienze traumatiche che hanno avuto durante l’infanzia, anche se è stato accertato che gli eventi traumatici si siano effettivamente verificati.

Cosa fa si che alcune persone  ricordino eventi traumatici anche dopo tanti anni?

Al momento di un evento traumatico, la mente memorizza e fa  molte associazioni con i sentimenti, i luoghi, i suoni, gli odori, il gusto e il tatto.

Successivamente, sensazioni simili potrebbero innescare un ricordo dell’evento.  (Trigger). Mentre alcune persone ricordano per la prima volta eventi traumatici del passato durante la terapia, altre persone iniziano ad avere ricordi traumatici fuori  dalla terapia.

Ci sono molte   esperienze  che possono innescare il richiamo del evento traumatico. Leggendo storie sul trauma di altre persone, guardando programmi televisivi che descrivono eventi traumatici simili all’esperienza passata dello spettatore, vivendo un evento inquietante nel presente, o a tavola con la famiglia improvvisamente affiora un ricordo terribile.

I ricordi recuperati sono sempre accurati?

Gli scienziati ritengono che i ricordi recuperati – compresi i ricordi recuperati del trauma infantile – non siano sempre accurati. Quando le persone ricordano il trauma infantile e poi dicono che la loro memoria era sbagliata, non c’è modo di sapere quale memoria fosse accurata – quella che afferma che il trauma è accaduto o quello che afferma di non averlo fatto.

Le false memorie?

Una grande quantità di ricerche di laboratorio che coinvolgono persone normali in situazioni quotidiane dimostra che la memoria non è perfetta. Le prove dimostrano che la memoria può essere influenzata da altre persone e situazioni; che le persone possono inventare storie per colmare le lacune della memoria e che le persone possono essere persuase a credere di aver sentito, visto o vissuto eventi che non sono realmente accaduti. Gli studi rivelano anche che le persone che hanno ricordi imprecisi possono fortemente credere che siano vere.
Che tipo di trattamento è utile per trattare il  trauma precoce?

I Trattamenti focalizzati sul trauma  che funzionano sono:  CBT – EMDR- EMI- NET  questi approcci hanno dato dei  buoni risultati anche se non sempre sono indicati per ogni tipo di persona. È importante che Psicologi  e Psicoterapeuti e altri operatori sanitari inizino un piano di trattamento approfondendo bene la storia della persona. Bisogna fare una buona anamnesi  inclusa la  storia di traumi fisici e psicologici. Bisogna conoscere i dettagli delle esperienze traumatiche e alcuni dei loro possibili effetti poi formulare un approccio terapeutico che potrebbe ridurre i sintomi e migliorare il funzionamento quotidiano.
Come funzionano le terapie  focalizzate sul Trauma?

Il punto di ogni approccio è  far sì che le persone ricordino  l’esperienza ma senza che questa possa più indurre sentimenti ed emozioni disturbanti nel presente. Le persone non hanno bisogno di ricordare ogni dettaglio per poter guarire. Piuttosto, l’obiettivo della  terapia psicologica è aiutare le persone ad acquisire autorità sui loro ricordi e sentimenti legati al trauma, in modo che possano andare avanti con le loro vite. Per fare questo.

Sia nella terapia EMDR che  nella EMI therapy   il terapeuta  dopo avere fatto una prima fase di anamnesi, raccolta delle informazioni, stabilizzazione e psicoeducazione (dove si insegnano al cliente strategie di coping su come fronteggiare le emozioni negative)   Si concordano da cosa partire e quale ricordo trattare sempre secondo una valutazione da quello peggiore a quello di minore impatto .

Nel protocollo  EMI  si chiedono al cliente di ricordare l’evento e assieme con il terapeuta si ricavano dal registro della memoria:

  • l’immagine peggiore della scena o fotogramma. Secondo la  PNL la memoria è multisensoriale quindi registra le informazioni  proveniente dall’ambiente secondo diverse modalità che possono essere :  visive,  auditive o cinestesiche   (Bandler Grinder 1978)
  •  Si chiede la cognizione negativa, o parole negative
  • Le emozioni e sensazioni  provate durante l’evento
  •  Si cerca tramite  una procedura chiamata (Focal spotscanning a mano aperta ,  in quale punto del campo visivo il cliente sente più fastidio e poi si  da avvio ai ventidue movimenti oculari, che hanno il compito di riprocessare le informazioni contenute in  memoria.

Nella terapia EMDR si fanno seguire al cliente i movimenti oculari bilaterali e si usa anche la stimolazione detta tapping tattile o uditivo.

Sia per  EMDR che per la EMI i movimenti  oculari  sono in grado di  accedere al trauma e riprocessarlo integrando le informazioni che sono rimaste congelate in una delle modalità visive – auditive o cinestesiche.

Qual è il ruolo del terapeuta di fronte ai ricordi traumatici?

Una buona terapia non dovrebbe creare o rafforzare false credenze, ma non tocca di certo la terapeuta chiarire se si siano verificate oppure no. I terapeuti competenti si rendono conto che il loro compito non è quello di convincere qualcuno di un certo insieme di credenze, ma di lasciare che la realtà si svolga per ciascuna persona in base alla propria esperienza, interpretazione e comprensione. La terapia  è utile quando fornisce un ambiente neutro e di supporto per la comprensione di se stessi e del proprio passato.

Cosa devo fare se penso di aver subito abusi?

Le persone a volte sospettano che possano essere state abusate da bambini, ma non possono ricordare chiaramente eventi o vengono dette cose che contraddicono i loro ricordi. I terapeuti addestrati possono offrire agli individui l’opportunità di guardare obiettivamente ai loro sospetti, prendere in considerazione spiegazioni alternative per i loro sentimenti e informarsi sul modo in cui la memoria funziona.
L’obiettivo della terapia è quindi quello di affrontare le preoccupazioni generate dai clienti riguardo a possibili abusi sessuali nell’infanzia, per aiutare a chiarire le questioni relative a tali preoccupazioni, per risolvere sentimenti o modi di comportarsi che potrebbero essere dovuti a tali esperienze o preoccupazioni traumatiche e aiutare ogni cliente a spostare la propria attenzione dal passato al presente e oltre.

Questa informazione si basa su un documento intitolato Childhood Trauma Remembered: un rapporto sulla base di conoscenza scientifica attuale e le sue applicazioni , preparato da ISTSS.

tradotto e adatto da Elton kazanxhi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: