EMDR & EMI Therapy legate dalla stessa storia: La cura attraverso i movimenti oculari

img_20180328_113127583434229.png

Alla fine degli anni ’80 alcuni trainer di PNL e psicoterapeuti sperimentarono l’applicazione delle “fasi REM in stato di veglia” (Rapid Eye Movement), per ricondizionare ricordi e memorie stressanti.  A

utori come Bandler -Grinder (NLP)  Shapiro (EMDR) -Steve Andreas (EMI) sembrano avere un comune denominatore ovvero: I movimenti oculari.

Nello specifico, la psicologa americana Francine Shapiro  nel 1987 -1989 sviluppò il metodo per il trattamento dello stress post-traumatico più popolare al mondo chiamato prima EMD, poi  negli anni 90 divenuto EMDR. Eye Movement Desensitization and Reprocessing (Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari).

Negli stessi Anni 1989 Steve Andreas master PNL scrive il suo primo testo sui movimenti oculari  chiamati  anche pattern  rispettando la stessa idea di base della NLP secondo cui: La direzione in cui le persone guardano può influenzare il loro modo di sentire   e vedere i mondo.  Da qui  nasce l’idea dei  22 movimenti oculari guidati  “EYE MOVEMENT INTEGRATION” Secondo cui, dirigere la direzione oculare  in più direzioni  permette al cliente  di avere un beneficio immediato sulla sua struttura o mappa mentale.download

Danie Beanlieu  nel 2003  assieme a David Grant scrivono entrambi due libri una chiamasi “Eye movement Integration Therapy”  e il secondo  Brainspotting  di David Grand entrambi sono  frutto della idea originale del primo Steve Andreas.

Anche se David Grand, si focalizza di più sui “Gaze spoting” punti focali problematici traumatici tracciati dal terapeuta nello sguardo del cliente, tra l’altro è   un procedimento chiamato scan a mano aperta nel protocollo EMI-R  (Kazanxhi 2016) Protocollo Evoluto e rivisitato dallo stesso Kazanxhi rispetto all EMI Originale.

lgogoEmi-R

Effettivamente gli spostamenti rapidi delle dita davanti agli occhi del Cliente rivestono un ruolo determinante in questo metodo, generando movimenti oculari che ricordano le fasi REM del sonno profondo. Rapid Eye Movement. EMDR è l’acronimo di Eye Movement Desensitization and Reprocessing (Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari).

Naturalmente erano già precedentemente note tecniche di stimolazione terapeutica attraverso i movimenti oculari anche prima della PNL e dell’EMDR – quest’ultimo eseguito tuttavia molto più rapidamente. In kinesiologia si lavora all’integrazione dei due emisferi cerebrali con l’otto rovesciato, nota è pure l’immagine del pendolo nell’ipnosi classica. Anche lo Yoga – uno dei più antichi metodi al mondo di terapia corporea – è dotato di una serie di esercizi con movimenti oculari. In alcune danze tradizionali asiatiche i movimenti rapidi degli occhi sono talmente importanti che vengono esercitati allo stesso modo dei passi di danza. E’ possibile che questa tradizione abbia una funzione curativa oltre che culturale.

Un numero sempre crescente di esperti credono che l’effetto positivo di queste tecniche di stimolazione derivi dall’attivazione di una collaborazione ottimale tra i due emisferi e quindi di tutte le aree cerebrali. Per questo, ormai, nell’EMDR la sollecitazione avviene oltre che attraverso i movimenti oculari anche con la stimolazione a destra e a sinistra, auditiva e tattile, dei due emisferi cerebrali.

 

VEDI LE DATE DEL PROSSIMO CORSO EMI IN  ITALIA

 

Flayer corso EMI ROMA Aprile e programma

 

Nel sito http://www.emdria.org/ approfondimenti, aggiornamenti e ricerche scientifiche

Due “classici” dell’EMDR

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: