L’elaborazione emotiva e la Eye movement Integration therapy

L’approccio oculare Eye movement Integration therapy è in accordo con le teorie del condizionamento classico e quelle cognitive di elaborazione delle informazioni emotive (Foa, Kozak, Lang, 1968, 1977). Secondo questi autori, il trattamento per i disturbi d’ansia può avvenire grazie all’esposizione immaginativa e tramite il meccanismo chiamato “inibizione reciproca” (Wolpe, 1952).
Il trattamento per immagini attiva le strutture di memoria a valenza negativa.
Nel modello di memoria chiamato HIP (Human information processing), sono i ricordi o le reti di memoria (visivi, uditivi o cinestesici) che, attivandosi, portano il soggetto in uno stato di integrazione e possibile rielaborazione (Matthew’s, 1990). La rielaborazione viene facilitata grazie ai movimenti oculari.

Qui la Ricerca

https://www.researchgate.net/publication/226779802_Emotional_Processing_Theory_EPT_and_exposure_therapy_for_PTSD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: