Recensione libro Fantasmi nel Sè-Trauma e trattamento della dissociazione strutturale

Fantasmi nel Sé – Trauma e trattamento della dissociazione strutturale Onno van der Hart, Ellert R.S. Nijenhuis, Kathy Steele – Raffaello Cortina, 2011

fantsami del SèOpera fondamentale e indispensabile per chi si occupa di trauma. Tale giudizio è in gran parte condiviso dalla comunità psicotraumatologica internazionale  vedesi la  ISTSS , ESTD o ESTSS  (di cui alcuni dei nostri soci ne fanno parte), il trattamento della dissociazione strutturale (proposta in questo volume)  è uno dei capisaldi  dove vengono descritte  concetti-chiave per mappare i meccanismi patogenetici della traumatizzazione e del mantenimento degli effetti di tale processo,tra cui la dissociazione primaria secondaria e terzaria. (Van Der Kolk ed altri 2003 )

 

Van der Hart, Nijenhuis e Steele propongono la dissociazione strutturale come ordinatore di tutti i disturbi legati a traumi. L’approccio non era dei più facili, a partire dalle difficoltà metodologiche legate al concetto stesso di dissociazione che gli autori riescono a prendere (quasi a “domare”) in tutta la sua complessità.

Prof.-Onno-van-der-Hart

La forza della proposta si fonda sulla capacità degli autori di lavorare su più livelli: il primo è quello della sintesi e della valorizzazione dei risultati storici di precedenti pensatori e clinici: in particolare C.S. Myers, con la definizione di  ANP (Personalità Apparentemente Normale) e di Personalità Emozionale, e di Pierre Janet, la cui psicologia dell’azione viene resa moderna e fruibile. Concetti complessi come energia ed efficienza mentale, gerarchia dei livelli di realtà, disturbi della sintesi, della presentificazione e della personificazione diventano a portata di mano nel lavoro clinico quotidiano; il secondo è quello dell’ordinamento diagnostico: la dissociazione strutturale, con i suoi tre livelli, riesce a spiegare molti aspetti dell’intero spettro di gravità dei disturbi legati a traumi, dal PTSD al complex trauma/DESNOS, ai disturbi dissociativi, distinguendo singole diagnosi; il terzo livello è di tipo psicopatologico: i multiformi sintomi post-traumatici possono venire rivisti e compresi alla luce della struttura dissociativa, mantenuta a sua volta da vari tipi di fobie (tra cui quelle dei contenuti traumatici, degli affetti, dell’attaccamento e della perdita dell’attaccamento); il quarto livello è quello di aggancio tra neurobiologia e clinica del trauma, con un’estesa trattazione dei sistemi d’azione (da altri definiti motivazionali), delle loro interazioni e dell’obiettivo clinico di armonizzarli; il quinto livello è esplicitamente clinico ed occupa l’intera terza parte, ricca di proposte operative e nella quale si può comprendere come la dissociazione strutturale sia un concetto articolato e flessibile, che non obbliga il terapeuta a rivoluzionare il proprio approccio clinico: al contrario ognuno potrà arricchire i propri strumenti operativi integrandoli con tale proposta.

Il lavoro degli autori è come una buona mappa durante un viaggio complesso e difficile: credo che “Fantasmi nel sé” possa svolgere questa funzione di orientamento per chiunque cerchi di accompagnare i sopravvissuti a traumi gravi e precoci nel loro difficile viaggio verso possibilità migliori di vita.

Copyright 2017 (CEO EMI ITALY)  Dr. Elton Kazanxhi
Risorse
http://www.onnovdhart.nl/articles/VanderhartMatar2012.pdf
http://www.onnovdhart.nl/articles/Imagery%20EJP%20OvdH%20May%202012.pdf

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: