Il trauma infantile in sintesi

Cos’è il trauma infantile?

Il trauma infantile può essere causato da qualsiasi situazione percepita dal bambino come spaventosa e / o travolgente e durante la quale il bambino si sente spaventato e impotente. Questa situazione è spesso solo un evento occasionale, come un infortunio o un disastro naturale.

Ma potrebbe anche essere uno stress continuo a lungo termine , come abuso fisico, sessuale o verbale, negligenza, esposizione alla violenza domestica o malattia cronica. Tutti questi eventi hanno un potenziale per provocare sintomi di traumi emotivi e psicologici.

Alcuni dei sintomi psicologici ed emotivi più frequenti e noti del trauma includono:

    • Depressione

 

    • Ansia

 

    • Rabbia / aggressività

 

    • Dissociazione

 

    • Confusione, shock e diniego

 

  • Senso di colpa e vergogna

Sembra essere meno noto che un’esperienza traumatica può manifestarsi anche in una forma di sintomi fisiologici come:

    • Problemi di sonno

 

    • Stanchezza e mancanza di energia

 

    • Dolori e dolori

 

    • Tensione muscolare

 

    • Battito cardiaco da corsa

 

  • Mancanza di concentrazione e concentrazione

Rischio di trauma futuro negli adulti e nei bambini

La ricerca mostra che l’esperienza di un trauma infantile può avere un impatto molto negativo e duraturo sul benessere emotivo, psicologico e fisiologico dell’individuo in età adulta, soprattutto se non risolto.

Nello specifico, il trauma infantile è stato associato a varie forme di disregolazione emotiva, inclusa la reattività allo stress, che si ritiene sia uno dei meccanismi alla base del legame tra traumi infantili e disturbi psicologici.

Ad esempio, la ricerca mostra che gli individui con una storia più grave di abuso emotivo hanno mostrato una maggiore reattività allo stress per l’ansia.

  • Gli individui con una storia di trauma infantile hanno anche riportato un aumento significativo della reattività emotiva allo stress della vita quotidiana, specialmente se l’evento traumatico si è verificato prima dei 10 anni di età.
  • La ricerca mostra anche che il trauma emotivo dell’infanzia ha più influenza sui problemi interpersonali nei pazienti adulti con depressione e disturbi d’ ansia rispetto al trauma fisico infantile.

Una storia di abuso fisico infantile è legata a modelli interpersonali dominanti piuttosto che a modelli interpersonali sottomessi nell’età adulta. Queste scoperte forniscono una prova preliminare che il trauma infantile potrebbe sostanzialmente contribuire ai problemi interpersonali in età adulta. (3)

Trauma e sviluppo cerebrale:

Il cervello e il sistema immunitario non sono completamente formati alla nascita, ma continuano a maturare in risposta all’ambiente post-natale. L’interazione bidirezionale tra cervello e sistema immunitario rende possibile per gli stressanti psicosociali dell’infanzia influenzare lo sviluppo del sistema immunitario, che a sua volta può influenzare lo sviluppo del cervello e il suo funzionamento a lungo termine.

Lo stress precoce predice l’infiammazione successiva, e ci sono sorprendenti analogie tra i correlati neurobiologici dello stress precoce e dell’infiammazione. Questi risultati suggeriscono nuove strategie per rimediare l’effetto del trauma infantile prima della comparsa dei sintomi clinici, come gli interventi anti-infiammatori.

  • Inoltre, esistono prove considerevoli che suggeriscono che le esperienze avverse della prima infanzia hanno un profondo effetto sul cervello in via di sviluppo. I bambini che sono esposti ad abusi sessuali o fisici o alla morte di un genitore sono più a rischio per lo sviluppo di disturbi depressivi e ansiosi in età avanzata.

Studi preclinici e clinici hanno dimostrato che lo stress ripetuto nella prima infanzia porta ad alterazioni nei sistemi neurobiologici centrali, in particolare nel sistema del fattore di rilascio della corticotropina, portando ad una maggiore reattività allo stress. Chiaramente, l’esposizione a fattori di stress precoci porta a cambiamenti neurobiologici che aumentano il rischio di psicopatologia sia nei bambini che negli adulti.

Sensibilità allo stress

Inoltre, il trauma infantile è associato a un’elevata sensibilità allo stress sociale e può contribuire alla disregolazione psicotica e affettiva più tardi nella vita, attraverso un paranoico sensibilizzato e una risposta allo stress agli stressors sociali.

Come presentato sopra, un numero considerevole di studi mostra associazioni tra lo stress precoce della vita e il rischio di malattie mentali e somatiche in età avanzata. Potenzialmente, questi risultati permetteranno opportunità senza precedenti di migliorare la precisione degli attuali strumenti diagnostici clinici e il successo degli interventi.

A partire da ora, abbiamo solo informazioni limitate su come l’esposizione infantile allo stress traumatico viene tradotta in rischio biologico per la psicopatologia. Studi osservazionali sull’uomo e modelli animali sperimentali suggeriscono che l’esposizione infantile allo stress traumatico può innescare una risposta infiammatoria sistemica duratura non diversa dalla risposta corporea al danno fisico.

A loro volta, queste ferite nascoste del trauma infantile possono influenzare lo sviluppo del cervello, i domini comportamentali chiave (ad esempio, la cognizione, i sistemi di valenza positiva, i sistemi di valenza negativa), la reattività ai fattori di stress successivi e, infine, il rischio per la psicopatologia.

Di Elton Kazanxhi

Sitografia Fonte:
wwwistts.org

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: